Il ritorno della precaria!

Rieccomi, dopo due anni di precaria latitanza.

Avevo iniziato bene e come al solito mi sono arresa. Non perché io sia una che si arrende ma mi sembra che tutto ciò che faccio sia di dubbio interesse e mi accascio, m’affloscio su me stessa immaginando il deserto del Sahara.

Torno dopo due anni di attento e intenso precariato. Tre mesi in una casa farmaceutica, il sentimento è stato quello di essere stata là per tre millenni; l’ambiente pesante, i colleghi fastidiosi, l’arrivismo alle stelle e le notti insonni pensando a cosa cavolo avrò sbagliato questa volta. Le mattine con le alzate prima del dovuto, correndo a coprire un danno che molto probabilmente non avevo fatto.

Un incubo, il mio personale incubo di quel periodo.

Poi è arrivata la scuola e quante cose ci sono da dire a riguardo. Forse sarebbe meglio tacere ma… Se avessi preferito il silenzio non avrei aperto un blog molto probabilmente.

Scuola croce e delizia. Un incarico annuale con metà orario, 100 km al giorno, dei buoni colleghi. Il mio piccolo ed infinito mondo.

Precaria a livello monetario.

L’animo in folle.

Quando l’ansia ti assale pensando di far quadrare i conti che non sono solo i tuoi.

Non mi arrabbio nemmeno più, io e le finanziarie.

Io e le chiamate minacciose. Sempre alla rincorsa di ciò che non ho.

Io, due persone:Precaria & Mente.

Rimanete con me in questo viaggio che il bello deve ancora arrivare.

 

P&M

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...