Dannatamente sola

Si sdoppiano e si riappaiono le persone che portano lo stesso destino.

La mala sorte, le scelte d’istinto, gli occhi offuscati che non afferrano il futuro. Tutto che compone la mia e la sua vita. Perchè che io lo voglia o no siamo indissolubilmente legati ma mi sento più sola che mai.

Che mai.

Sto ballando un valzer con la mia anima. La tengo abbracciata strettamente come se potesse se, da un momento all’altro, essere coperta da un telo di quelli che si utilizzano per salvare i mobili dalla polvere quando la casa non è più abitata. Quei teli bianchi, vagamente grigi.

Ho paura

che finisca là sotto.

Il suo destino, il mio destino. La sua diagnosi, la mia diagnosi. La mia paura, la sua tristezza.

E mi sento sola come non lo sono stata mai, davvero.

Ognuno è gravato dalla propria immensa vita, chi sono io per scaricare un po’ della mia?

Non le interpello le mie ragazze, le mie piccole donne perchè combattono una silenziosa guerra che non è la mia.

Mercoledì la spada, prima ci colpirà e meglio sarà, almeno sapremo con che cosa dobbiamo armarci.

Sclerosi multipla, lui non ti teme, io sì!

Ballroom-BlissCredit Photo

P&M

2 pensieri su “Dannatamente sola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...